digital pr

Media Relations e le Digital PR nell’era dei social

Penultimo appuntamento della Edizione 2.0 di Digital inside: abbiamo parlato di Brand Perception, di Social Media Marketing, di Risorse Umane, Growth Hacking e Cloud con relatori del calibro di Deda Fiorini, Luca La Mesa, Osvaldo Danzi, Raffaele Gaito e Massimo Canducci. Venerdì 16 ottobre invece, è la volta di Francesca Anzalone con il webinar: “Promuovere e accelerare il business con le Digital PR e l’ufficio stampa”.

digital pr

Ciao Francesca, ci racconti cosa fai?

“Sono PR Manager, mi occupo di Media Relations, Digital PR e costruzione delle relazioni per l’accelerazione del business di impresa da oltre venti anni. Ho fondato la mia società Netlife s.r.l. nel 2000 per offrire servizi di comunicazione altamente specializzati contestualmente con la mia esperienza accademica di Docente. Per me la ricerca scientifica e l’applicazione nel mercato devono essere i due lati di una stessa medaglia per garantire servizi di qualità e in linea con la trasformazione sociale e per offrire ai giovani una visione concreta di ciò che li attende.”

Nell’era dei social e della connessione di tutti con tutti, serve ancora investire nelle Digital PR e negli uffici stampa?

“Oggi più di prima le Media Relations e le Digital PR sono lo strumento strategico per emergere e farsi trovare in maniera corretta. Avere il prodotto migliore non è sufficiente, bisogna farlo conoscere nel modo più corretto sia online che offline affinché vi sia una percezione totale e professionalmente costruita e tutelata. Il digitale ci offre infinite opportunità, la carta stampata rimane un “fiore all’occhiello” per l’immagine e se le cose vengono portate avanti contestualmente e magari con un’ottima indicizzazione dei contenuti allora riusciamo a raggiungere risultati che neppure ci saremmo immaginati. Dunque il consiglio: idee chiare, obiettivi precisi e investimenti mirati sia sulla promozione che sulla tutela.”

Relazioni on line h24 e 7 giorni su 7, come fa il PR Manager ad averne il pieno controllo? 

Il mercato contemporaneo è globale e lavora h24 e 7 giorni su 7, dunque servono competenze specializzate e articolate. Si deve lavorare su specializzazioni e strumentazione adeguata. Il PR Manager oggi deve sapere scegliere le figure migliori, non possono mancare esperti di intercultura, così come quelli per la Diversity, per l’inclusione, tutto ciò che ruota intorno alla sostenibilità. E soprattutto non deve mancare la consapevolezza delle opportunità che il digitale ci offre ma allo stesso tempo i rischi che incontriamo. I social ci hanno insegnato moltissimo a questo proposito. Perciò un PR Manager oggi per essere chiamato tale e coprire il ruolo di rilievo che gli spetta all’interno delle aziende deve essere consapevolmente inserito in questo scenario.

Newsletter sì o no? 

Newsletter sì, senza diventare invadenti. Dunque studiando il target preciso e dialogando con esso, con i suoi tempi, con le sue esigenze, con le sue abitudini. L’errore che vedo commettere spesso dalle aziende è voler un database molto molto ampio che, se in parte soddisfa le aspettative di alcuni, dall’altra irrita quelle di altri. Meglio lavorare sulle news release con un feed reader.

Tre consigli per una comunicazione aziendale vincente!

Nel webinar ce ne saranno ben più di tre 😉 ma qui voglio suggerirvi tre aspetti strategici: lavorare accanto alle risorse umane per formare i dipendenti sulla comunicazione digitale, un investimento vincente! Analizzare i flussi e comprendere quanto tempo viene perso inutilmente e quali ottimizzazioni possono essere introdotte. Coinvolgere ogni singola unità, perché quella stessa unità ha sicuramente un profilo sui social.

Appuntamento quindi alle 14:30 sulla nostra piattaforma on-line. Iscrizione obbligatoria GRATUITA.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *